La Bottega della Leggerezza sarà un luogo in cui si lavorerà in sinergia per diffondere l’effetto benefico della risata e delle emozioni positive ad ogni livello sociale.

L’obiettivo è quello di mettere in piedi uno spazio in cui realizzare, in maniera gratuita, una serie di attività ludiche, educative, di convivenza sociale, solidarietà, beneficenza e assistenza sanitaria utilizzando tecniche di clownerie e spirito giocoso quali strumenti di crescita, di aggregazione e di benessere.
La Bottega della Leggerezza sarà dunque un punto di ritrovo per bambini, ragazzi e adulti che coinvolgerà varie figure di riferimento: medici, sociologi, psicologi, psichiatri, educatori, mediatori familiari, operatori dell’infanzia, animatori sociali, formatori, clown volontari, che diventeranno parte attiva di queste iniziative. Insomma, una grande rete di accoglienza, sostegno e fratellanza. Questa è la mission con cui la TxM agisce e vuole agire in questa sede. Il luogo, in sintesi, comincerà a offrire servizi alla comunità e ad avere una fondamentale funzione sociale.

L’Ambulatorio della leggerezza

Annesso alla Bottega della Leggerezza sarà attivato un ambulatorio pediatrico che risponderà all’esigenze di contesto, offrendo cure e visite gratuite alle famiglie meno abbienti e ai numerosi
bambini immigrati, che non hanno i requisiti per l’iscrizione al SSN (Servizio sanitario nazionale), essendo così privi di un pediatra di famiglia. Ma ovviamente le porte dell’Ambulatorio della Leggerezza saranno sempre aperte a tutti i piccoli pazienti che preferiranno affidarsi a un dottore col naso rosso.
L’ambulatorio sarà allestito pensando all’ambiente preferito dei bambini: ricco di colori, giochi, fantasia e divertimento.
Un ambiente che trasmetterà sicurezza e serenità come a casa.
Il camice colorato del clown è uno “strumento” chiave che guida il bambino ad un approccio sereno verso il contesto medico, pensato apposta per abbattere la paura del piccolo paziente e
conquistare la sua fiducia nei confronti dei medici, di cui spesso si ha timore.
Tale servizio sarà erogato grazie a collaborazioni con medici pediatri, infermieri e tecnici di ambulatorio.